CONSIGLIO COMUNALE DEL 31/01/2017

Questo è un video in cui ci sono i due interventi della nostra consigliera Loredana Pantaleone. Nel primo intervento la consigliera espone l'interrogazione urgente che riguarda l'infestazione della processionaria del pino in particolar modo davanti ad alcune scuole e nel complesso delle piscine. Viene chiesto perchè i rami siano stati rimossi solo parzialmente, perchè non siano stati usati insetticidi(anche di tipo biologico) come prevenzione, e perchè non vengano applicate le sanzioni previste dall'ordinanza comunale come nel caso delle piscine ad esempio.

Nella seconda parte la consigliera risponde all'assessore Demi che afferma che non gli risulti che si debbano utilizzare insetticidi (come invece è scritto proprio sul sito del comune), e che è stato fatto e si sta facendo tutto quello che si doveva fare (difatti i pini sono tuttora infestati e le processionarie hanno già iniziato a cadere a terra).

Si chiede inoltre una programmazione degli interventi in quanto è già il secondo anno che c'è questo problema.

Inoltre, riguardo a questo problema, sono stati fatti degli esposti dalla cittadinanza che, se fossero stati ascoltati ,avrebbero reso non necessaria questa interrogazione.

CONSIGLIO COMUNALE DEL 29/09/2016

STRAGE DI VIAREGGIO

Questo è il video dell' ordine del giorno presentato inizialmente dal nostro gruppo consiliare allo scorso consiglio comunale, e poi riproposto a questo in merito alla solidarietà per le vittime della strage di Viareggio. Il documento è stato redatto dall'associazione delle vittime e portato alla nostra attenzione da rifondazione comunista.

Oltre al no alla prescrizione per i reati , si chiedono le dimissioni dei dirigenti pubblici implicati nelle indagini e la loro sospensione dagli incarichi pubblici e statali.

Si chiede ai comuni di pretendere più prevenzione e protezione perchè questi gravi episodi non si ripetano.

Si chiede la reintegrazione del ferroviere Riccardo Antonini , licenziato per essersi messo a disposizione gratuitamente come consulente per le famiglie delle vittime.

Noi, come Movimento 5 Stelle, ci impegniamo a portare avanti anche la richiesta di revoca del cavalierato a Moretti ,cavalierato assegnato mentre i pm decidevano le richieste di pena, chiaro segnale questo che fa capire da che parte stia lo stato.

GESTIONE EMERGENZE

Questo è il video dell'intervento del Consigliere Ettore Fiaschi nel quale si fa notare che a Collesalvetti non abbiamo un piano di gestione delle emergenze  completo, quindi se volessimo fare l'esercitazione proposta nell' ordine del giorno del PD, andremmo incontro a parecchi problemi. Abbiamo solo uno stralcio del 2012 che non contempla emergenza terremoto, trasporti (pensiamo a quello che è successo a Viareggio), eventi imprevisti, e più grave ancora, industriale (basta pensare che siamo vicinissimi all'ENI). Inoltre alcuni membri del comitato di emergenza sono in pensione. Per finire, le zone di raccolta nel manuale non corrispondono con quelle effettive.

GLIFOSATO

Questa è la mozione presentata dal nostro gruppo consiliare e approvata all'unanimità, riguardante la regolamentazione del glifosato nel nostro comune.

Essendo questo un potente erbicida molto diffuso, tossico,potenzialmente cancerogeno,e quindi molto pericoloso per la salute umana, abbiamo chiesto all'amministrazione di impegnarsi in questi 4 punti:

- Il divieto del suo impiego nelle aree e strutture pubbliche.

- Un monitoraggio costante da parte di ARPAT in quanto fortemente presente nelle acque superficiali del comune.

-La richiesta di una regolamentazione restrittiva del suo uso alla regione Toscana.

-L'impegno nel mettere a conoscenza la popolazione della sua pericolosità attraverso assemblee pubbliche, informazione nelle scuole e pubblicazioni sul sito del comune stesso.

BOLKESTEIN

Questo è il video dell'ordine del giorno presentato dal nostro Gruppo Consiliare ed esposto dalla consigliera Loredana Pantaleone , in merito all'esclusione del commercio ambulante dalla direttiva Bolkestein. 

Il documento è stato approvato e impegna la giunta comunale ad agire presso il Governo per escludere il commercio ambulante dalla direttiva in quanto questa recherebbe un forte danno ad esempio, ai piccoli commercianti e alle imprese a conduzione familiare.

Consiglio comunale del 14/02/2018

Questi sono gli interventi del nostro Capogruppo Daniele Rossi, e del nostro Consigliere Ettore Fiaschi in merito all'ordine del giorno del gruppo PD che chiede al governo italiano di condannare gli accadimenti nel distretto di Afrin e nella regione autonoma di Rojava in Siria e di fare pressione sul governo Turco per la cessazione di tali attacchi. 
 Avevamo chiesto di fare  un' aggiunta a questo ordine del giorno perchè fosse più efficace e un po' meno ipocrita, la ferma condanna alla compravendita delle armi, ma ci è stato risposto che era fuori tema. 
Il governo italiano (PD), al quale vengono fatte queste richieste, è lo stesso che ha accolto Erdogan portandolo in giro ad incontrare Papa, compagnie pubbliche e private, e che ha discusso con lo stesso Erdogan, in un incontro con Mattarella e Gentiloni, della vendita di elicotteri Agusta, i mezzi con cui vengono attuate le azioni che vengono contestate.
Condanniamo Erdogan ma non più di tanto perchè ci conviene essere amici di tutti.
Per portare un altro esempio, mettiamo i manifesti di Amnesty international per Giulio Regeni, ma non ci mettiamo in contrasto con l'Egitto perchè l' ENI là ha trovato quello che ha trovato.
Nel dibattito la maggioranza afferma che le armi le abbiamo sempre vendute, ma secondo noi sarebbe anche il momento di smettere.
Ricordiamoci che il nostro comune ha perfino ospitato Padre Zanotelli e il defunto Don Gallo, potremmo provare a chiedere a loro se sono d'accordo a pensare prima all'aspetto economico di queste vicende.
Oltretutto" l'italia ripudia la guerra "ma evidentemente solo in casa propria in casa d'altri si possono vendere le armi, siamo al secondo posto per la vendita di quest'ultime, e nel 2017 il fatturato è aumentato. È giusto  scendere a questi compromessi?È  giusto piangere davanti a scene di bambini morti nello Yemen o altrove quando a vendere le armi che li hanno uccisi siamo stati noi italiani? Questa è  solo ipocrisia.
Questo ODG è condivisibile ma ha le ali tagliate e si limita a dire “facciamo i buoni” ,quindi no, non ci sembra fuori tema la nostra aggiunta, ma è dare più forza a un documento altrimenti inefficace e che serve solo a tacitare le  coscienze.