· 

Raccolta differenziata


La RACCOLTA DIFFERENZIATA nel Comune di Collesalvetti, dati alla mano, non è certo un risultato di cui vantarsi come si potrebbe dedurre dai fatti riportati nell'articolo di Collenews, il giornale locale di cui riportiamo il link sotto.
http://collenews.it/ecco-certificati-i-dati-2015-sulla-raccolta-differenziata-nel-comune-di-collesalvetti-3743-10-rispetto-allanno-prima/#more-34271
L'aumento della percentuale è quasi interamente dovuta ai centri di raccolta, difatti dai dati risulta che nel 2015 il nostro Comune ha prodotto ben 1000 TONNELLATE DI RIFIUTI IN PIU' rispetto all'ultimo triennio, caso strano lo stesso 10% in più riportato sul dato della differenziata.
L'AUMENTO DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI, non vuole certo dire essere un comune VIRTUOSO.
Come se non bastasse, la COMUNITA' EUROPEA, ci chiede di raggiungere il 60% di raccolta, e per questo MANCATO OBIETTIVO, il Comune di Colle, e di conseguenza i suoi CITTADINI, sta pagando una PENALE ANNUA.
Inoltre la legge regionale prevede una percentuale del 70% di differenziata entro il 2020, e il comune aveva previsto inizio del porta a porta nel 2016, come da PATTO DEI SINDACI inviato alla COMUNITA' EUROPEA. La produzione di rifiuti andava abbassata e invece è aumentata. Peggio di noi in provincia solo Sassetta Porto Azzurro e Piombino.
Ci auguriamo che il sindaco Bacci faccia partire a breve il progetto RIFIUTI ZERO e quindi anche la raccolta "PORTA A PORTA",come aveva promesso nei suoi due programmi elettorali, perché questa è l'unica soluzione per raggiungere l'obbiettivo preposto dalla Comunità Europea e, cosa più importante, comunicare a rendere l'AMBIENTE in cui viviamo più SANO unendoci agli altri comuni che stanno portando avanti questo progetto già da qualche anno.